You are here

Il comitato consultivo misto UE-Turchia

Il comitato consultivo misto (CCM) UE-Turchia è stato istituito nel 1995 e il suo mandato è definito dall'accordo di associazione UE-Turchia. È composto da membri del CESE e membri che rappresentano le organizzazioni della società civile (parti sociali e altre organizzazioni della società civile) della Turchia.

Lo scopo principale del CCM è di monitorare i progressi compiuti dalla Turchia nel cammino verso l'adesione all'Unione, come pure di adottare raccomandazioni da sottoporre all'attenzione del governo del paese e delle istituzioni dell'UE. Il ruolo del CCM consiste anche nel consentire ai rappresentanti delle organizzazioni della società civile turca di prendere conoscenza del processo di consultazione in seno all'UE, nonché nel consentire ai rappresentanti dell'UE di familiarizzare con le strutture sociali e l'impatto economico e sociale delle riforme in Turchia.

Il CCM discute di un'ampia gamma di argomenti, compresa la cooperazione tra la Turchia e l'UE in diversi ambiti quali la migrazione, l'energia, le piccole e medie imprese e la formazione professionale. Tra gli argomenti recentemente dibattuti in occasione delle riunioni del CCM vi sono il rafforzamento e l'ammodernamento dell'unione doganale UE-Turchia, le disparità regionali in Turchia, l'integrazione delle persone con disabilità nella società, le donne e l'occupazione nonché i diritti sindacali.