Economia circolare

This page is also available in

La transizione verso un'economia circolare è una delle priorità dell'agenda del CESE, in quanto rappresenta una soluzione per combattere la crisi climatica e proteggere il nostro pianeta. Si tratta di una grande opportunità per la società civile, poiché può contribuire a:

  • aumentare la competitività dell'industria europea,
  • promuovere una crescita economica sostenibile;
  • creare nuovi posti di lavoro.

Il modello di produzione e consumo "prendi, produci, getta", che ancora oggi domina la nostra economia, non solo si traduce in uno spreco di risorse, ma compromette anche la lotta contro i cambiamenti climatici. A differenza dell'economia lineare, un'economia circolare è un progetto di rigenerazione e riparazione incentrato sulla creazione e il mantenimento del valore economico, che affronta sfide ambientali globali, quali i cambiamenti climatici, la perdita di biodiversità e l'inquinamento, e apporta nel contempo benefici economici.

La buona notizia è che la transizione circolare è già in atto sul campo. I portatori di interessi della società civile, tra cui le imprese, i sindacati, il mondo accademico e le comunità della conoscenza, le organizzazioni giovanili, le ONG e altri gruppi di interesse stanno creando e attuando molte iniziative circolari a livello locale e regionale. Catalizzare le soluzioni circolari e la leadership delle parti interessate rappresenta la migliore opportunità per l'Europa di accelerare la transizione verso un'economia circolare.

In quanto tale, la piattaforma europea delle parti interessate per l'economia circolare, un'iniziativa congiunta del CESE e della Commissione europea, è stata istituita nel 2017 per riunire la comunità dell'economia circolare in Europa. La piattaforma, guidata dalle parti interessate, sostiene la transizione dell'Europa verso un'economia circolare promuovendo il dialogo, la condivisione delle conoscenze e lo scambio delle buone pratiche.

Displaying 21 - 30 of 64

Pages

Opinion
Adottati on 11/12/2014
Riferimento: 
NAT/651-EESC-2014-05002-00-00-ac-tra
Sessione plenaria: 
503 -
Dec 10, 2014 Dec 11, 2014

The Committee welcomes the two communications and the package of amendments to the waste directives and supports the campaign to make all businesses and consumers aware of the need to phase out the current linear economic model of "take, make, consume and dispose" .

Parere del CESE: Circular economy

Opinion
Adottati on 17/10/2013
Riferimento: 
CCMI/112-EESC-2013-1904

Planned obsolescence is associated with a form of industrial production that relies on a minimum renewal rate for its products. Although product renewal is necessary, certain abuses need to be addressed. The EESC would like to see a total ban on products with built-in defects designed to end the product's life.

Towards more sustainable consumption: industrial product lifetimes and restoring trust through consumer information

Downloads: 

Infopack CCMI/112

10/02/2021
News

An interview with Maria Nikolopoulou, member of the European Economic and Social Committee (EESC) from the Workers' Group, representing the Spanish trade union Comisiones Obreras. She is currently one of the Vice Presidents of the NAT Bureau and member of the Steering Group of the European Circular Economy Stakeholder Platform.

24/07/2020
News

La crisi della Covid-19 ha creato le condizioni affinché i prodotti e i servizi circolari diventino la norma in Europa, osserva il CESE. In un recente parere sul nuovo piano d'azione dell'UE per l'economia circolare, il CESE esorta i legislatori a garantire che l'economia circolare trovi un posto e risorse nel "piano verde" generale per la ripresa dell'Europa.

20/02/2018
News

Opening the Circular Economy Stakeholder Conference at the European Commission on February 20, the President of the European Economic and Social Committee, Georges Dassis, said: "the transition to a circular economy is a great opportunity for civil society. It is already happening on the ground. We can feel it from the commitment and involvement of our businesses, the many initiatives taking place at local and regional level, ...

Pages