Il CESE inizia il suo nuovo mandato con oltre il 40 % di membri di nuova nomina

Quando in ottobre si aprirà il mandato 2020-2025, 137 dei 329 membri del Comitato economico e sociale europeo (CESE) saranno membri di nuova nomina.

Essi inizieranno il loro mandato in un contesto di restrizioni dovute alla pandemia di Covid-19: a Bruxelles il distanziamento sociale e le riunioni ibride sono ormai la norma, vista l'impennata dei tassi di infezione in tutta Europa.

I 329 membri del CESE sono nominati ogni cinque anni. Quest'anno oltre il 40 % di essi sarà al primo mandato, apportando prospettive, idee ed energie nuove al lavoro svolto a fianco dei membri riconfermati.

In questo nuovo mandato le donne rappresenteranno il 33 % dei membri, un chiaro aumento rispetto al 27,3 % del mandato precedente e al 24,7 % del mandato 2010-2015. Lo Stato membro maggiormente rappresentato da donne sarà l'Estonia (85,71 %), seguita dalla Cechia e dalla Croazia (66,67 %). All'estremo opposto si trovano il Portogallo e Cipro, che non hanno nominato donne tra i loro rappresentanti, mentre la Svezia presenta un equilibrio di genere perfetto.

Il membro più giovane ha 27 anni, mentre quello più anziano, che presiederà la sessione plenaria in cui sarà eletta la nuova leadership del CESE, ne ha 76.

I membri sono nominati dal Consiglio per un periodo di cinque anni, sulla base delle designazioni effettuate dagli Stati membri. L'elenco completo dei membri per il nuovo mandato — che avrà inizio nel 2020 e terminerà nel 2025 — sarà disponibile a breve sul sito web del CESE.

I 329 membri, di nuova nomina o riconfermati, si riuniranno per la prima volta il 27 ottobre a Bruxelles. Il 28 ottobre eleggeranno, per un mandato di due anni e mezzo, un nuovo Presidente e due nuovi vicepresidenti, responsabili, questi, rispettivamente della Comunicazione e del Bilancio. 

La carica di Presidente viene assunta a rotazione da un membro di uno dei tre gruppi che compongono il CESE (Datori di lavoro, Lavoratori e Diversità Europa). I due Presidenti precedenti provenivano dal gruppo Lavoratori e dal gruppo Diversità Europa.

Ciascun membro dovrà aderire a uno dei tre gruppi, il quale eleggerà il suo presidente per un mandato - rinnovabile - di due anni e mezzo.

Il ruolo principale del CESE consiste nel fornire pareri ai legislatori dell'UE (Commissione europea, Parlamento europeo e Consiglio) in merito alle proposte legislative e politiche dell'Unione, attraverso i lavori di sei sezioni e di una commissione consultiva che, nel loro complesso, coprono un'ampia gamma di politiche europee, da quelle sociali ed economiche a quelle agricole, ambientali e dei trasporti. (dm)