Per un partenariato solido tra l'Unione europea e gli Stati Uniti

A cura di Dimitris Dimitriadis, presidente della sezione Relazioni esterne

La nuova agenda transatlantica è attualmente al centro dell'agenda politica di tutte le istituzioni europee. Il nostro Comitato, e in particolare la sezione Relazioni esterne, vi aderisce totalmente, come dimostrano non solo la recente riunione del comitato di monitoraggio Relazioni transatlantiche del CESE, in cui diversi ospiti di spicco hanno sottolineato l'importanza di un dialogo forte e solido con la società civile, e la dichiarazione del Presidente del CESE, ma anche la mia dichiarazione sulle elezioni del 2020 negli Stati Uniti, in cui ho espresso l'auspicio di un solido partenariato per affrontare le sfide globali.

L'Unione europea è e sarà sempre un partner e un alleato solido degli Stati Uniti, e saremo lieti di ristabilire un dialogo produttivo e proficuo su tutte le questioni bloccate sotto la precedente amministrazione.

Approvo pertanto gli ambiti individuati per una potenziale cooperazione rafforzata (collaborare per un mondo più sano - COVID-19 e oltre; collaborare per proteggere il nostro pianeta e la nostra prosperità; collaborare in materia di tecnologia, commercio e norme; e da ultimo, ma non meno importante, collaborare per un mondo più sicuro, prospero e democratico) e sono convinto che un forte dialogo con la società civile e delle relazioni interpersonali solide siano cruciali per conseguire tali obiettivi. Tra questi ultimi figurano ovviamente i principi del multilateralismo e le strutture internazionali che abbiamo contribuito a creare con un impegno congiunto.

Il nostro Comitato, in quanto rappresentante delle organizzazioni della società civile europea, e, in particolare, Christian Moos, presidente del nostro comitato di monitoraggio Relazioni transatlantiche, ed io stesso, in qualità di presidente della sezione Relazioni esterne, ribadiamo il nostro impegno e la nostra determinazione a consolidare i ponti che uniscono le due sponde dell'Atlantico.