Paesi vicini dell'Europa orientale

This page is also available in

Le attività del CESE riguardanti i vicini dell'Est europeo coinvolgono l'Armenia, l'Azerbaigian, la Bielorussia, la Georgia, la Moldova e l'Ucraina. L'obiettivo principale del CESE in relazione ai vicini dell'Est europeo è quello di rafforzare le relazioni con le organizzazioni della società civile nella regione e coinvolgerle in un dialogo sia con i loro responsabili delle politiche nazionali sia con le organizzazioni della società civile dell'UE.

I principali meccanismi di cooperazione con la Georgia, la Moldova e l'Ucraina sono costituiti dalle piattaforme della società civile (tag to all three) che integrano gli organi politici esistenti nel quadro degli accordi di associazione dell'UE con tali paesi. Le piattaforme consentono alle organizzazioni della società civile sia dell'UE che dei paesi partner di monitorare il processo di attuazione e di formulare raccomandazioni alle autorità competenti.

Per quanto riguarda l'UE, queste piattaforme sono composte da membri del CESE e da rappresentanti di grandi reti europee della società civile. Per la parte del paese partner, esse sono espressione di un ampio spettro di organizzazioni della società civile. La composizione delle piattaforme si basa sulla rappresentanza equilibrata di tutti i gruppi di interesse (le organizzazioni dei datori di lavoro, i sindacati e i gruppi di attività diverse).

Nel quadro del CESE, il comitato di monitoraggio Vicini dell'Est europeo è stato istituito nel 2004 in qualità di organismo specifico responsabile delle relazioni con la società civile nei paesi del vicinato orientale. Il comitato di monitoraggio si riunisce generalmente quattro volte l'anno e i suoi membri partecipano attivamente alle attività del partenariato orientale quali le piattaforme multilaterali e il forum della società civile.

Displaying 51 - 60 of 67

Pages

8 pages

The European Economic and Social Committee has been an ardent supporter of the Eastern Partnership from the very outset and the EESC's Employers' Group has continually emphasised the need to strengthen the partnership's economic dimension. An appropriate tool was needed to enable the representatives of employers, entrepreneurs and small and medium-sized enterprises from the EU and its partner countries to meet and openly assess the process of convergence with the European acquis and its impact on the economic situation.

Published in: 
2015
16/02/2017
Document type: 
Report
Latest update: 
16/02/2017

Equal opportunities for men and women in the labour market in the context of the EU-Georgia Association Agreement.

2nd meeting of the EU-Georgia Civil Society Platform

 

Downloads: 

Gender Equality on the Labour Market - Mr Adamczyk, EESC

18/02/2013
Speaker
Staffan Nilsson
Organisation: 

The EESC believes that Northern Dimension cooperation should not only comprise actors from governmental and regional levels but it should also involve business organisations, trade unions and non-governmental organisations. Civil society is an important Northern Dimension actor: the role of civil society organisations in the implementation of the different projects is essential.

Downloads: 

Staffan Nilsson`s speeches at the Northern Dimension meetings

Maggio 2016

Topics: EU-Japan FTA: state of play; Better access to the EU market motivates economic reforms in Eastern Partnership countries;

What Future for the EU's relations with African, Caribbean and Pacific Group of countries post 2020?; Factors for Growth in the EU

 

 

Downloads: 

The Employers' Group newsletter May 2016

Pages