Verso il rinnovo

Cari lettori,

è stato per me un grande piacere e un grande onore rappresentare il CESE per questo mandato di due anni e mezzo. Nonostante le sfide che ci siamo trovati di fronte, abbiamo lavorato insieme per creare un'Europa economicamente prospera, socialmente inclusiva e sostenibile dal punto di vista ambientale. Nel frattempo abbiamo dovuto affrontare prove difficili come la COVID-19 e l'aggressione non provocata e ingiustificata della Russia nei confronti dell'Ucraina, con tutte le sue conseguenze socioeconomiche. Abbiamo inoltre cercato di contrastare la crisi energetica e l'elevata inflazione, nonché di promuovere la crescita e la competitività.

Non intendo fare qui un elenco dei successi ottenuti grazie alla nostra azione collettiva negli ultimi 30 mesi. Ci sarà il tempo di illustrare questi risultati in occasione della sessione plenaria di rinnovo di aprile, alla quale vi invito cordialmente. Vi invito anche a consultare questo opuscolo, che elenca la maggior parte dei nostri successi.
Durante la mia presidenza ho ricevuto un grande sostegno e riconoscimento per le iniziative intraprese e realizzate. I bei ricordi di questo periodo resteranno con me per sempre.

Ma ora è tempo di mettere la parola "fine"' e di fare il punto sugli insegnamenti tratti. Innanzitutto, abbiamo imparato gli uni dagli altri. Abbiamo appreso che il cambiamento è possibile quando vi è un forte impegno, che anche con le nostre diversità il nostro Comitato può fare la differenza, e che uniti possiamo ottenere molto di più di quanto riusciremmo a realizzare individualmente.  

Desidero esprimere la mia gratitudine per l'impegno e il sostegno dei membri e del personale del CESE durante tutta la mia presidenza. Insieme abbiamo avviato dialoghi autentici al fine di rafforzare ulteriormente la voce della società civile organizzata nell'elaborazione delle politiche dell'UE. Il nostro impegno deve continuare.
In quest'ultima edizione del CESE Info della mia presidenza troverete maggiori informazioni su alcuni dei nostri recenti pareri ed eventi. Vi invito pertanto a continuare a leggere.

Vorrei cogliere quest'occasione per augurare al prossimo Presidente un viaggio entusiasmante e pieno di successi.

Vi ringrazio. Uniti per il futuro dell'Europa!

Christa Schweng

Presidente del CESE