Press releases

  • Reference number
    12/2020

    Civil society organisations have been at the forefront of fighting the pandemic in Europe, often stepping in at a moment's notice to plug huge gaps in the public provision of social services and healthcare. Meeting remotely with the EESC on 12 May, they asked to be at the table with EU institutions and governments to help design a recovery plan for a sustainable Europe.

    Read the statement Read the press release

  • Reference number
    11/2020

    Il CESE sostiene con forza l'idea di investire in politiche incentrate sulle persone e di prevedere misure per contenere la fuga dei cervelli dalle aree meno prospere dell'Europa verso gli Stati membri più ricchi.

  • Reference number
    10/2020

    Il Comitato economico e sociale europeo (CESE) ha accolto con favore la proposta della Commissione sugli orientamenti riveduti in materia di occupazione per gli Stati membri, ma chiede che vengano adattati per tener conto della crisi occupazionale e sociale che incombe a causa della pandemia di Covid-19 e per contribuire ad attenuarne l'impatto negativo sui mercati del lavoro europei.

  • Reference number
    9/2020

    EESC President Luca Jahier has met today the newly appointed Greek Minister for Migration and Asylum Panagiotis Mitarachi, as part of the visit to Athens of the EESC's permanent study group on Immigration and Integration (IMI).

  • Reference number
    8/2020

    Il Comitato economico e sociale europeo (CESE) - la casa della società civile organizzata europea - è a fianco della Commissione europea come partner ideale per affrontare il futuro delle politiche dell'UE in materia di migrazione e integrazione.

  • Reference number
    07/2020

    Looking back to their past experiences as organisers of European Citizens' Initiatives, activists attending the ECI Day 2020 at the EESC on 25 February warned against asking people what Europe they want and then ignoring their input.

  • Reference number
    06/2020

    Una relazione del CESE denuncia la situazione insostenibile del settore dell'assistenza in convivenza, in cui da un lato si lavora in condizioni ai limiti del vero e proprio sfruttamento e dall'altro si ha difficoltà a trovare assistenza valida a prezzi accessibili. A provocare questa situazione è la carenza di sostegno pubblico al settore, dovuta a sua volta all'indifferenza dei responsabili politici.

  • Reference number
    5/2020

    Il Comitato economico e sociale europeo (CESE) si schiera a favore del programma di lavoro della Commissione per il 2020, sottolineando che la società civile può dare un contributo prezioso per mettere lo sviluppo sostenibile al centro della responsabilità personale e condivisa di tutti noi.

  • Reference number
    4/2020

    On 19 February, the European Economic and Social Committee (EESC) held a debate with the International Labour Organization (ILO) on the future of work and the European Pillar of Social Rights, with the purpose of exploring further avenues for cooperation and stepping up efforts to make the rapidly changing world of work fair, decent and inclusive for the generations to come.

  • Reference number
    3/2020

    La lotta contro il cambiamento climatico è stata uno dei punti principali all'ordine del giorno della sessione plenaria di gennaio del Comitato economico e sociale europeo (CESE), che è stata la cornice di un dibattito sulla COP25 e sul Green Deal europeo