You are here

POLITICA DI COESIONE, REGIONALE E URBANA

La politica regionale dell'UE è una strategia di investimento che punta a ridurre le disparità economiche, sociali e territoriali nell'Unione e a promuovere la coesione, la crescita e l'occupazione. I fondi destinati agli investimenti per il periodo 2014-2020, pari a 351,8 miliardi di euro, sono impiegati per attuare la strategia Europa 2020. La politica regionale traduce in realtà concreta uno dei principi fondamentali dell'UE, quello della solidarietà, in particolare nelle regioni in ritardo di sviluppo, con gravi svantaggi demografici o geograficamente svantaggiate, come le isole, le zone transfrontaliere o di montagna. La politica regionale e di coesione interessa anche le regioni ultraperiferiche e le aree urbane.

Il CESE e la politica regionale e urbana 

Il CESE sostiene l'azione della politica regionale europea a favore di una maggiore solidarietà e della promozione dello sviluppo. Nei suoi pareri il Comitato ha messo costantemente in evidenza il ruolo attivo svolto da questa politica nel rafforzare la coesione tra le regioni dell'UE. Il CESE è un fervente sostenitore del principio di partenariato e contribuisce ad assicurarne l'applicazione pratica. Al di là dei pareri che elabora, il Comitato, per il tramite dei suoi membri, adotta un approccio proattivo nelle discussioni e nel sostegno che offre alle attività della società civile. Mostra anche un vivo interesse nell'azione di rafforzamento di una cooperazione territoriale che superi i confini amministrativi e affronti le esigenze reali a livello locale (come nelle aree macroregionali e nelle zone urbane funzionali). Il CESE ha fortemente appoggiato e sollecitato iniziative europee a favore dello sviluppo e dell'integrazione delle aree urbane in tutta l'Unione europea.