You are here

I progetti di 27 paesi in lizza per il Premio CESE per la società civile 2018

#CivSocPrize @EU_EESC

Sono 148 le candidature ricevute per il Premio CESE per la società civile, che quest'anno verrà assegnato a iniziative innovative e promotrici delle identità, dei valori europei e del patrimonio culturale in Europa.

Il premio (del valore di cinquantamila euro) è stato lanciato lo scorso giugno dal Comitato economico e sociale europeo (CESE), che rappresenta la società civile organizzata a livello dell'UE. Al 7 settembre (ultimo giorno utile per candidarsi), si erano presentati candidati provenienti da 27 Stati membri, il che dimostra che l'interesse della società civile per il premio è aumentato rispetto al 2017, quando solo 20 paesi erano rappresentati.

Quest'anno il maggior numero di candidature è giunto dall'Italia (24 progetti), seguita dalla Germania (13) e dal Belgio (13), e poi dalla Grecia (11).

Le domande saranno valutate da un gruppo di 10 esperti e i vincitori saranno informati verso la fine di novembre. La cerimonia di premiazione si svolgerà a Bruxelles il 13 dicembre 2018, durante la sessione plenaria del CESE.

Verranno premiati al massimo cinque vincitori.

Il Premio CESE per la società civile è aperto a tutte le organizzazioni della società civile ufficialmente registrate nell'Unione europea e attive a livello locale, nazionale, regionale o europeo. È inoltre consentita la partecipazione di privati cittadini.

Giunto al suo decimo anno, il premio è stato lanciato dal CESE per ricompensare e incoraggiare iniziative e realizzazioni concrete di organizzazioni della società civile e/o di privati cittadini che abbiano contribuito in misura significativa alla promozione dei valori comuni che sostengono la coesione e l'integrazione europea.

Per maggiori informazioni si rimanda alla nostra pagina web dedicata al Premio CESE per la società civile 2018. (ll)