You are here

I giovani imprenditori africani al centro dello sviluppo economico e sociale

La Rete degli attori economici e sociali UE-Africa vede nei giovani africani un elemento fondamentale per lo sviluppo economico e sociale di quel continente. La riunione annuale della Rete ha avuto come tema centrale i giovani africani in quanto fattore di sviluppo economico ma anche gruppo di età più interessato dalla migrazione.

Nella dichiarazione finale i partecipanti alla riunione hanno evidenziato la necessità che la società civile dia un contributo strutturato e regolare alla strategia UE-Africa e partecipi alle apposite piattaforme per rivolgere raccomandazioni agli organi politici allo scopo di garantire la buona governance e la partecipazione dei cittadini.

Giovani imprenditori provenienti dal Burkina Faso, dal Kenya, dallo Swaziland e dal Madagascar, che rappresentano la diversità geografica dell'Africa, hanno raccontato le loro esperienze positive, dimostrando così tutta l'energia e lo spirito imprenditoriale dei giovani di quel continente, come incoraggiamento e ispirazione per africani ed europei.  "Lo sviluppo economico è a portata di mano. Abbiamo bisogno di strumenti, non di fondi europei. Dobbiamo migliorare la situazione in Africa o verremo tutti in Europa", ha osservato Fahiz Diallo, un giovane imprenditore del Burkina Faso che gestisce un'impresa di costruzioni prefabbricate.

Le conclusioni della riunione saranno trasmesse alle istituzioni europee e africane e alle autorità politiche come contributo degli attori non statali alle relazioni UE-Africa.