You are here

Commercio, investimenti, sicurezza sociale e solidarietà: questi i temi centrali della 16a Tavola rotonda UE-Cina

"Grazie al contributo della società civile si arricchisce il multiforme partenariato tra l'Unione europea e la Repubblica popolare cinese e si rafforzano le relazioni internazionali", è stato il giudizio concorde del Presidente del CESE Luca Jahier e del vicepresidente del Consiglio economico e sociale cinese, Yang Chongui, durante la 16a riunione della Tavola rotonda UE-Cina. Le principali conclusioni e raccomandazioni della riunione, svoltasi a Varna (Bulgaria) il 28 e il 29 maggio 2018, sono state riassunte in una dichiarazione congiunta rilasciata dalle due parti.

"La Tavola rotonda UE-Cina si è ormai saldamente affermata come uno dei principali eventi bilaterali tra l'UE e la Cina, a conferma dello stato nel complesso positivo e della stabilità delle relazioni tra le due parti" ha affermato il Presidente del CESE, Luca Jahier, aggiungendo che, come principali partner economici, politici e strategici, l'UE e la Cina devono continuare a cooperare in un numero crescente di settori.

La 16a riunione si è concentrata su alcune questioni riguardanti la sicurezza sociale e i meccanismi di solidarietà nonché le relazioni commerciali e di investimento tra l'UE e la Cina.

In concomitanza con la Tavola rotonda, si è svolta una riunione trilaterale congiunta con il ministero del Turismo della Bulgaria e il Consiglio economico e sociale bulgaro, dedicata all'Anno del turismo UE-Cina 2018 - un'iniziativa, questa, intesa a promuovere destinazioni meno note, offrire opportunità per rafforzare la cooperazione economica, semplificare il rilascio dei visti e migliorare i collegamenti aerei tra UE e Cina. (ia)