Il mercato unico ha apportato vantaggi tangibili ai cittadini europei

Il mercato unico ha apportato molti vantaggi concreti ai cittadini europei. Così afferma il Comitato economico e sociale europeo (CESE) nella sua risposta alla valutazione condotta dalla Commissione europea sulla situazione attuale del mercato unico. Viaggi aerei a costi accessibili, abolizione delle tariffe di roaming, migliori opportunità di lavoro in un mercato del lavoro su scala continentale, diritti dei consumatori che offrono un elevato livello di protezione attraverso le frontiere. Questa storia di successo può essere un antidoto contro il populismo, il nazionalismo e il protezionismo, dichiara il CESE.

Nella sessione plenaria del 15 maggio, il CESE ha adottato un parere sulla comunicazione della Commissione Il mercato unico in un mondo che cambia Una risorsa straordinaria che richiede un rinnovato impegno politico, in cui si analizzano 25 anni di mercato unico e si delineano le sfide future.

Il mercato unico è stato un risultato straordinario, dice il CESE nel suo parere, e l'UE deve fare in modo che i cittadini siano consapevoli del fatto che numerosi vantaggi di cui hanno goduto negli ultimi 25 anni in quanto consumatori, imprenditori o lavoratori sono il portato del mercato unico; si tratta di vantaggi che sono stimati all'8,5% del PIL dell'UE.

Per le imprese europee il mercato unico ha voluto dire opportunità di far crescere e ampliare le loro attività in tutta l'UE. A livello mondiale, esso ha fornito all'Europa la leva rappresentata da un mercato di 512 milioni di persone, come hanno dimostrato gli sforzi internazionali per mettersi in conformità con il regolamento generale sulla protezione dei dati.

Questo successo può aiutare a trovare il sostegno necessario per adeguare il mercato unico all'era digitale, sostiene il Comitato economico e sociale europeo (CESE).

Il mercato unico deve essere anche visto come un'opportunità per riaffermare i valori e i diritti europei: "I valori della libertà, della crescita economica, della democrazia, della pace, della scienza e dell'innovazione, della stabilità politica e dei diritti sociali e dei consumatori devono essere sempre presenti nelle menti dei cittadini. Questi valori sono quelli che permettono il progresso e garantiscono la prosperità per tutti gli Stati membri," afferma il relatore del parere Gonçalo Lobo Xavier.

"Il mercato unico riguarda tutti i cittadini e questo lo rende estremamente forte", aggiunge il correlatore Juan Mendoza Castro, "dobbiamo lottare contro le minacce del populismo e del nazionalismo, che sono in crescita in Europa, e il mercato unico è uno degli strumenti migliori a nostra disposizione per opporsi a questi messaggi".

Il CESE rivolge la sua attenzione anche alla politica della concorrenza dell'UE. Le sue norme che limitano gli aiuti di Stato e lottano contro gli abusi di posizione dominante sono fonte di dinamismo per il mercato europeo e di vantaggi per i consumatori e le imprese. Tuttavia, di fronte all'aspra concorrenza globale di oligopoli o monopoli (a volte statali), l'UE dovrebbe esigere la reciprocità dai suoi partner commerciali per aiutare le imprese europee a essere competitive nei mercati. (dm)