Il commissario Hogan al CESE: la decisione sul bilancio della PAC spetta ora ai colegislatori

Il 20 febbraio il CESE ha accolto il commissario Hogan per una discussione sulla futura PAC.

Phil Hogan ha sottolineato che è importante che la PAC evolva. Come contropartita per la posizione speciale che occupa all'interno del bilancio dell'UE, la PAC dovrebbe fornire altri beni pubblici oltre all'approvvigionamento alimentare.

Per quanto riguarda il bilancio, il commissario ha affermato che "gli Stati membri, in codecisione con il Parlamento europeo, hanno piena libertà di aumentare il loro bilancio complessivo al fine di mantenere la PAC ai livelli attuali." Hogan auspica inoltre che si arrivi in tempi brevi a un accordo in merito al quadro finanziario pluriennale (QFP), dal momento che agli agricoltori servono sicurezza e stabilità in materia sia di politica che di bilancio.

Il commissario ha menzionato inoltre l'accordo politico su una nuova regola che vieti talune pratiche commerciali sleali nella filiera alimentare, alla quale il CESE ha contribuito in modo sostanziale con il suo parere e che sarà sottoposta a votazione durante la sessione plenaria del Parlamento europeo a marzo.

Durante la discussione con il commissario, il membro del CESE John Bryan ha affermato che il CESE è a favore di una PAC forte con un bilancio forte, in quanto si tratta di una politica importante per la pace e la coesione.

Maurizio Reale, presidente della sezione NAT del CESE, ha sottolineato che la futura PAC dovrà rivolgere maggiore attenzione ai cambiamenti climatici e che gli agricoltori devono essere meglio tutelati negli accordi di libero scambio.

Peter Schmidt, presidente dell'Osservatorio dello sviluppo sostenibile del CESE, ha fatto notare che le pratiche sleali nella filiera alimentare devono essere affrontate in modo più efficace e che gli obiettivi di sviluppo sostenibile dovrebbero essere integrati nella politica alimentare. Gli stessi standard elevati richiesti ai nostri produttori devono essere applicati alle importazioni di prodotti alimentari. (sma)