Luis Planas, Segretario generale del CESE, è stato nominato ministro nell'esecutivo spagnolo guidato da Pedro Sanchez.

Il 6 giugno scorso, Luis Planas è stato chiamato dal presidente del Consiglio spagnolo Pedro Sanchez a far parte del suo governo in qualità di ministro dell'Agricoltura, della pesca e dell'alimentazione. Forte di un'esperienza più che trentennale nel campo degli affari europei, Planas è una figura emblematica della storia delle istituzioni dell'UE: è stato un diplomatico, un alto funzionario della Commissione europea e un membro del Parlamento europeo e si è sempre battuto per un'Unione europea forte, unita e solidale. Per questo difensore della causa europeista, "non vi sono alternative all'Unione europea".

Segretario generale del Comitato economico e sociale europeo dal 20 gennaio 2014, Luis Planas ha sempre sottolineato l'importanza del CESE, che per lui rappresenta "il 'volto umano' dell'Europa, nonché un forum - unico nel suo genere - che ha anche un ruolo di ponte tra la società civile e le istituzioni europee".

Di lui Luca Jahier, Presidente del CESE, ha detto: "europeista autentico, Luis Planas continuerà a dare il suo contributo alla costruzione di un'Europa attenta alle aspirazioni dei suoi cittadini. Avendo avuto l'onore di lavorare insieme a lui, sono convinto che la sua conoscenza di prima mano del lavoro delle istituzioni europee sarà preziosa per la Spagna nell'Unione europea".

Da parte sua, Isabel Caño, la vicepresidente del CESE responsabile per la Comunicazione, è convinta che Luis Planas, dopo aver ricoperto l'incarico di Segretario generale del CESE, continuerà ad apportare un valore aggiunto al progetto europeo, ben consapevole dell'importanza della società civile organizzata e della cultura del dialogo nell'Europa di oggi.

Originario di Valencia, Planas è un europeista convinto, che si è attivamente adoperato per l'adesione della Spagna all'Unione europea in seno alla squadra negoziale del suo paese. Deputato alla Camera bassa del parlamento spagnolo, è stato portavoce per gli Affari europei e relatore per la ratifica del Trattato di adesione della Spagna all'Unione europea. Sempre impegnato in questioni europee, nel 1986 Luis Planas è stato eletto deputato al Parlamento europeo, dove è rimasto fino al 1993 e ha fatto parte delle commissioni Affari esteri e Affari costituzionali.

In seguito è diventato capo di gabinetto del vicepresidente della Commissione europea Manuel Marín e poi del commissario europeo Pedro Solbes. Nel 2004 è stato nominato ambasciatore di Spagna in Marocco e nel 2010 ambasciatore e rappresentante permanente della Spagna presso l'Unione europea.

Nel 2012 è stato nominato assessore all'Agricoltura, alla pesca e all'ambiente della regione Andalusia. Nel 2014 è diventato Segretario generale del CESE. Non va dimenticato che Luis Planas è anche un umanista, fine conoscitore di letteratura, musica e poesia. (eh)